Per non dimenticare

Ho avuto paura a scrivere
queste parole,
perchè nessuna di esse
potrà mai rendere reale questo dolore
e far quindi comprendere la realtà.
Ma è giusto esprimersi,
con parole o gesti,
la memoria va perpetuata
a qualcuno là ... nel futuro!

Vedo le immagini raccolte
in una navigazione cibernetica,
le faccio scorrere ...

La desolazione dopo la devastazione!
nessun essere vivente,
solo macerie,
corpi morti e dilaniati dalla madre Terra.

Vedo l'animo del fotografo nelle sue foto
e spesso ascolto il cinismo del suo scatto ...
uomo così povero!
... ma la speranza è figlia dell'Araba Fenice!

La ricerca dopo la desolazione!
qualche uomo sopravvissuto,
ascolta le urla mute dei morti,
con la speranza di trovare sopravvissuti.

Leggo disperazione e pianto,
e spesso le iene rubano la carne ai morti ...
uomo così misero!
... ma l'Amore getta i suoi semi ovunque, anche nella sofferenza!

Il disperato bisogno d'aiuto ...
è ciò che scopro in queste foto!
Ma chi può rispondere alla voce spenta della desolazione?
Solo l'Amore unito alla Speranza!

Madre Natura,
da te nasce miracolosamente la vita dalla morte,
da te rinasceranno le nuove speranze!
Dobbiamo convivere e non dominarti!

In memoria al più grande maremoto degli ultimi 1000 anni, per non dimenticarci delle vittime, ma soprattutto per non dimenticarci dei vivi!

MAX