BI-DAY (Ultima Parte)

La manica della felpa s'imbeve

del sudor ch'irrora la fronte appena
entra in contatto con essa; rimetto
gli occhiali e osservo l'immensa catena

de Rosa che sembra chieder rispetto
a colui che guarda con sufficienza.
Sotto il gelido metallico tetto,

la nostra cena, come appariscenza,
non è certamente delle migliori
ma per oggi si può star anche senza

risotto e lasagne al forno, gli umori
son comunque su nonostante il vitto
che termina innanzi ai primi bagliori

d'un tramonto stupendo circoscritto
da una cornice di guglie, dirupi,
ghiacciai e crepacci che il sottoscritto

già avea veduto anni or sono ma cupi
nembi, il fascin n'avevan offuscato.
Come, dei monti, navigati lupi,

miriam ciò che il Signor ci ha regalato
e immersi nei bianchi e spumosi flutti,
felici si va a nanna ché il tracciato

non s'arresta su ‘sti picchi e distrutti
dalla fatica non si può domare
l'alt'alpe e godere così dei frutti

d'un giorno più che arduo da scordare
Dopo una poco agevole dormita,
a causa d'alcuni che di parlare

mai eran stanchi, l'ultima salita
la s'acchiappa per le corna ed in meno
che non si dica, l'agil e spedita

andatura ci fa spuntar in pieno
giorno nei pressi della ferrea croce.
La gioia straripa, tenerla a freno

è missione impossibile, la voce
sgorga da una gola per rasentarne
un'altra più grande, fino alla foce;

la soddisfazione, neanche a parlarne,
è vertiginosa, si può toccare
con mano, è in piedi a noi in ossa e carne.

Sull'estrema guglia del sommo altare,
innalziamo un'ode a Nostro Signore,
che come guida ci sa proprio fare

e sostiamo per gustar il sapore
d'una vittoria cercata, voluta
ed ottenuta spremendo il motore

che si nasconde tra la risoluta
mente ed un cuor pieno di linfa nuova.
Col meriggio ormai alle porte, muta

la direzion di marcia ed ognun prova
un po' d'amarezza nella discesa;
sarà forse che la gioia si trova

solo in zone alte dove l'intesa
con Dio è molto più sincera e schietta
e la fatica è parecchio ben spesa.

Senza più pensar, si turnica in fretta
il timone e si galoppa a ritroso
sul piede del monte che forse aspetta

impaziente il prossimo strepitoso
viaggio.