IO SÌ CHE SONO UN CRITICO D'ARTE! (Terza Parte)

Hola! Come va?
Tutto bene?
O.K., allora continuiamo il fantastico viaggio attraverso il mondo delle televendite di quadri.
Andiamo ora a conoscere questi fenomenali artisti.

Il numero 1 è senz’ombra di dubbio ARMAN: un grandissimo artista, un fenomeno (altro che Ronaldo), un vero genio; le sue opere sono un tributo al “poca spesa tanta resa”.
Per produrre i suoi capolavori usa materiali che costano pochissimo: pennelli, tubetti di colore, monetine, oggetti distrutti recuperati in discarica tipo sveglie, pentole, vasi metallici, pezzi di strumenti musicali sfasciati, ecc…. e li applica su una superficie di legno o altro materiale servendosi di viti con capocchia a stella, poi, gli spruzza addosso un po’ di colore e…. voilà, l’opera è pronta!

Costo di produzione dell’opera: dai 5 ai 50 euro per le opere fisicamente più grandi.
Tempo di realizzazione: dai 30 ai 60 minuti a voler esagerare.
Prezzo di vendita proposto dai mercanti: dai 20.000 ai 100.000 euro e oltre!
Signor ARMAN, le faccio i miei complimenti!

Certo che, un artista del suo calibro, non può essere presentato in tivù in questo modo; quindi, ecco che i televenditori aggiungono di tutto:
Un maestro della pittura contemporanea, ha la capacità di far rivivere gli oggetti (eh sì, perché prima erano vivi, poi qualche bastardo li ha ammazzati senza pietà, seppellendoli in una discarica abusiva, finché è arrivato lui e li ha risuscitati come Lazzaro!),
Le sue opere sono un’esasperazione dell’informale” (cosa?!??),
poi aggiungono le frasi a vanvera che avete già letto nei precedenti scritti, tipo: “Capolavoro sensazionale” (nel senso che fa senso!?) oppure: “Opera grandiosa, quadro strepitoso”, e minchiate del genere, con lo scopo di rifilarti la fetecchia ad un prezzo con cui potresti comperarti tranquillamente una casa in Versilia comprensiva di arredamento!!
Secondo voi, se loro dovessero spendere tutti questi soldi, comprerebbero un quadro o una casa al mare????
Mah!!!!!